Loler

Articoli dell’Associazione Arboricoltori

Articoli dell’Associazione Arboricoltori.
Nell’ottobre 2011 è partito un nuovo progetto Leonardo Da Vinci, guidato da William Robb (A1 Arborist) e da altri cinque partner europei.
L’ispezione rigorosa dell’equipaggiamento di arrampicata è un requisito necessario per legge; il progetto ha lo scopo di prevenire gli incidenti sul luogo di lavoro (Lifting Operations & Lifting Equipment Regulations 1998-LOLER).
In breve, gli obiettivi del progetto sono quelli di sviluppare un approccio comune in tutta Europa per le ispezioni al lavoro in quota (con particolar riguardo all’arboricoltura) attraverso i seguenti punti:

• Censire le tecniche di ispezione diffuse in diversi Paesi dell’Unione Europa

• Analizzare le statistiche degli incidenti in quota e ragionare sulle loro cause

• Sviluppare possibili metodologie non distruttive di controllo da utilizzare nelle ispezioni LOLER

Riguardo a quest’ultimo punto, il lavoro sta procedendo bene. Dalla maggior parte delle informazioni raccolte fino ad oggi, quando ci si trova ad esaminare l’attrezzatura di un arboricoltore si guarda innanzitutto l’aspetto qualitativo, con una valutazione che dipende anche dalla soggettività dell’esaminatore. Questo giudizio può essere migliorato, utilizzando dati oggettivi e un approccio scientifico attraverso l’uso di appropriati mezzi e delle giuste tecniche. Questa parte di ricerca del progetto terminerà entro la fine del 2012 e sarà seguita da un test pilota effettuato nella prima metà del 2013.
La foto 1 mostra uno strumento per testare le funi che viene calibrato per valutare l’allungamento e il diametro della fune stessa; questi parametri sono proporzionali al coefficiente di forza.
Nella foto 2 si può vedere uno strumento dalla forma ad 8 che ha una minor abrasione sulla superficie esterna, come dimostrato in seguito ad un test di penetrazione e dalla leggera colorazione rossa assunta dall’oggetto. La foto 3 mostra un’attrezzatura con un profondo taglio, associato al colore rosso qui chiaramente visibile: più è forte la colorazione, maggiore sarà il danno riportato.

I partner europei sperano di riportare dei considerevoli progressi nei prossimi anni e di diffondere i risultati attraverso un sito internet e vari incontri, come si vede nella foto 4. Nel frattempo, ulteriori informazioni possono essere trovate su: http://lolerproject.blogspot.co.uk.